Search your favorite song for free


1. EDITORIALE | Miss Italia, un desiderio chiamato guerra

  • Duration: 199
  • Channel: news
EDITORIALE | Miss Italia, un desiderio chiamato guerra

EDITORIALE | Miss Italia, un desiderio chiamato guerra https://www.youtube.com/watch?v=gyQJ7F4OvSg&feature=youtu.be Seguici sulla nostra pagina Facebook! https://www.facebook.com/Amica9tv


2. La gaffe di Miss Italia Alice Sabatini “Vorrei vivere durante la Seconda Guerra Mondiale”

  • Duration: 134
  • Channel: news
La gaffe di Miss Italia Alice Sabatini “Vorrei vivere durante la Seconda Guerra Mondiale”

La gaffe di Miss Italia Alice Sabatini “Vorrei vivere durante la Seconda Guerra Mondiale”


3. L'epico momento in cui Miss Italia disse "Vorrei vivere la guerra" VIDEO

  • Duration: 56
  • Channel: tv
L'epico momento in cui Miss Italia disse

Alice Sabatini non sapeva quando ha detto ai giurati di Miss Italia che avrebbe voluto vivere nel 1942, perché tutti i libri sono pieni di storie della Seconda Guerra Mondiale, che avrebbe proprio lei vinto il titolo di più bella di Italia





7. miss italia 2015 la vincitrice gaffe sulla guerra

  • Duration: 56
  • Channel: tv
miss italia 2015 la vincitrice gaffe sulla guerra

Argomenti correlati: miss italia 2015 miss italia 2015 vincitrice miss italia 2014 miss italia gaffe miss italia 1942 miss italia 2016 miss italia 2013 miss italia curvy miss italia 2012 miss italia 2011 miss italia guerra miss italia alice sabatini miss italia alice miss italia albo miss italia altezza miss italia abruzzo miss italia abruzzo 2015 miss italia altezza minima miss italia anni 80 miss italia anni 90 miss italia attrice a miss italia taglia 52 miss a italia miss a italia facebook partecipare a miss italia ospiti a miss italia 2012 seconda a miss italia 2012 siciliane a miss italia 2012 iscrizione a miss italia partecipare a miss italia 2013 sarde a miss italia 2012 miss italia brutta miss italia basilicata 2015 miss italia bergamo miss italia brescia miss italia baby miss italia barcellona pozzo di gotto miss italia basse miss italia bergamo 2015 miss italia bionda miss italia bari lato b miss italia lato b miss italia 2012 lato b miss italia iene miss italia curvy 2015 miss italia calabria miss italia campania miss italia concorrenti 2015 miss italia calabrese miss italia concorso miss italia capelli corti miss italia capelli rossi miss italia come funziona quando c miss italia quando c'e miss italia 2013 quando c miss italia 2012 miss italia dichiarazioni miss italia dal 2000 miss italia di colore miss italia daniela miss italia dove miss italia date miss italia di torino miss italia denny mendez miss italia diventate famose miss italia degli ultimi 10 anni miss d italia finaliste di miss italia 2012 foto di miss italia 2012 vincitrice di miss italia 2012 giochi di miss italia foto di miss italia 2013 vincitrici di miss italia finale di miss italia 2013 concorso di miss italia finaliste di miss italia miss italia e la guerra miss italia e la seconda guerra mondiale miss italia emilia romagna miss italia elenco miss italia eleonora miss italia età massima miss italia enza botti miss italia emis killa miss italia eurotorri miss italia età per partecipare mister e miss italia baby chi è miss italia 2013 chi è miss italia 2012 boldrini e miss italia mister e miss italia baby 2013 è morta miss italia rai e miss italia quando è miss italia 2013 mister e miss italia baby 2014 chi è miss italia 2011 miss italia è truccato miss italia è entrata a medicina miss italia è miss italia è brutta miss italia è ingrassata miss italia è passata a medicina miss italia è morta miss italia è raccomandata miss italia è lezzo miss italia 2012 é chi é miss italia 2012 chi é miss italia 2013 quando é miss italia 2012 chi e miss italia miss italia 2012 è miss italia 2012 è entrata a medicina chi è miss italia quando è miss italia 2012 chi è miss italia 2014 chi è miss italia 2005 chi è miss italia nel mondo 2012 miss italia frase miss italia figuraccia miss italia finaliste 2015 miss italia famose miss italia francesca miss italia facebook miss italia fvg miss italia foggia miss italia film miss italia fascia miss italia guerra mondiale miss italia gaffe 2015 miss italia giovinazzo miss italia giulia arena miss italia grassa miss italia giovinazzo 2015 miss italia grottaferrata miss italia giusy buscemi miss italia hot miss italia holiday inn miss italia home page miss italia ha passato il test di medicina miss italia helio cabala miss italia ha superato il test di medicina miss italia ha mentito miss italia hd miss italia ha 19 anni ma ne dimostra 70 miss italia h3g miss italia ignorante miss italia in calabria miss italia in sardegna miss italia instagram miss italia in carica miss italia impruneta miss italia ingrassata miss italia imperia miss italia ischia 2015 miss italia impruneta 2015 i miss you italian i miss you italiano i miss italy in italian i miss you too italian i miss you in italian how to say italian translation i miss you i miss you already italian i miss you more italian i miss you all italian i requisiti per miss italia i miss italia i miss you italian translation i miss u italian miss italia jackal miss italia justin bieber miss italia jesolo miss italia jesolo 2015 miss italia jesi miss italia junior miss italia jesolo 2012 miss italia judo miss italia juventine miss italia jessica pesa miss italia kia miss italia katia e valeria miss italia karate miss italia kill bill miss italia kursaal miss italia kickboxing miss italia kg miss italia kaline miss klichè italia miss kittin italia miss k's italian eatery & cafe miss k's italian eatery miss k's italian eatery nyc miss italia la7 miss italia lazio miss italia lombardia miss italia liguria miss italia leone miss italia liguria 2015 miss italia linea verde miss italia lista miss italia logo miss italia lignano l'adigetto miss italia l'ultima miss italia l'adige miss italia l'adigetto miss italia 2012 l'unione sarda miss italia l'acqua di miss italia miss italia l'aquila l'eco di bergamo miss italia miss italia l'aquila 2012 l'ultima puntata di miss italia miss italia meme miss italia miriam miss italia molise miss italia marche miss italia mon


8. Miss Italia 2015 Alice Sabatini e la guerra!! vorrei essere nata nel 1942

  • Duration: 42
  • Channel: tv
Miss Italia 2015 Alice Sabatini e la guerra!! vorrei essere nata nel 1942

Miss Italia 2015 Alice Sabatini e la guerra!! vorrei essere nata nel 1942


9. #Miss Italia 2015 con la guerra in testa

  • Duration: 58
  • Channel: fun
#Miss Italia 2015 con la guerra in testa

La Giovane Miss Italia con tanto desiderio sogna di poter vivere la seconda guerra mondiale. Mi puoi seguire anche su YouTube, Facebook, Twitter, Periscope ed Instagram come Makatweet


10. La gaffe di Miss Italia:sarebbe potuta andare peggio...

  • Duration: 100
  • Channel: news
La gaffe di Miss Italia:sarebbe potuta andare peggio...

Ecco tre possibili scenari che avrebbero potuto far cadere ancora più in basso Alice Sabatini...


11. Pif vuole Miriam Leone per il nuovo film ‘In guerra per amore’

  • Duration: 65
  • Channel: fun
Pif vuole Miriam Leone per il nuovo film ‘In guerra per amore’

Pif vuole Miriam Leone per il nuovo film ‘In guerra per amore’ L’ex Miss Italia sarà la protagonista del nuovo film di Pif http://www.funweek.it Funweek, news spensierate per vite complicate! Ogni giorno notizie ed interviste sul mondo dello spettacolo e del gossip. Molto di più, videonews su musica, tv. cinema, star&vip ed uno speciale eventi dedicato alla città di Roma. Pagina Facebook Gossip Funweek http://on.fb.me/16bsKGO Profilo Twitter.com http://bit.ly/GXsUfi


12. Pif vuole Miriam Leone per il nuovo film ‘In guerra per amore’

  • Duration: 65
  • Channel: fun
Pif vuole Miriam Leone per il nuovo film ‘In guerra per amore’

Pif vuole Miriam Leone per il nuovo film ‘In guerra per amore’ L’ex Miss Italia sarà la protagonista del nuovo film di Pif http://www.funweek.it Funweek, news spensierate per vite complicate! Ogni giorno notizie ed interviste sul mondo dello spettacolo e del gossip. Molto di più, videonews su musica, tv. cinema, star&vip ed uno speciale eventi dedicato alla città di Roma. Pagina Facebook Gossip Funweek http://on.fb.me/16bsKGO Profilo Twitter.com http://bit.ly/GXsUfi


13. Aversa (CE) - Alba Parietti presenta il suo libro (10.11.12)

  • Duration: 514
  • Channel: news
Aversa (CE) - Alba Parietti presenta il suo libro (10.11.12)

http://www.pupia.tv - Aversa (Caserta) - "Da qui non se ne va nessuno", è il titolo del primo libro di Alba Parietti, presentato lo scorso 10 novembre ad Aversa, nell'aula magna della Facoltà di Ingegneria. Un appuntamento promosso dall'associazione AversaDonna, presieduta da Nunzia Orabona, che ha posto alcune domande alla nota showgirl in una sala gremita. A porgere il saluto della città normanna il sindaco Giuseppe Sagliocco. Ai microfoni di Pupia, la Parietti ha raccontato alcuni passaggi del libro, che rievoca la storia del Novecento italiano in parallelo con quella della sua famiglia. Da una parte la famiglia materna, colta e raffinata, in stretto rapporto con i Savoia, il cui aplomb è allegramente minacciato dallo zio Angelo, chiamato da tutti a causa della sua passione per il travestitismo e la sua mitomania, il "Marchese Faraone". Dall'altra la famiglia paterna, contadina, comunista, antifascista. Il nonno Antonio che non si toglie il cappello davanti a Mussolini impedisce al futuro padre di Alba di indossare la divisa da Balilla. Una situazione che lo porterà diciassettenne a diventare il partigiano Naviga e, in seguito, a sfuggire all'eccidio di Perletto. "Milano dista da Torino cinquant'anni". Alba li ripercorre tutti con la mente e con cuore mentre vola in autostrada per andare a soccorrere sua madre, una donna meravigliosa ma afflitta per molti anni da gravi sofferenze psicologiche. A ogni chilometro un ricordo, poi un altro e un altro ancora. Insieme s'impongono con prepotenza nei dettagli, nei colori, negli odori, fino a ricreare volti, fatti, emozioni di una vita intera. Con la morte della madre il bisogno di ricostruire la storia della sua famiglia diventa quasi terapeutico. Il desiderio reso possibile dal ritrovamento, del tutto inaspettato, dei diari della mamma e di suo fratello Aldo, rinchiuso per tutta la vita al manicomio di Collegno. "Abbiamo scelto di avviare il nostro ventiquattresimo anno sociale con una donna bella e affascinante -- ha commentato la presidente e ondatrice di AversaDonna, Nunzia Orabona -- non solo per la sua notorietà, ma soprattutto per la sua capacità di mettersi sempre in discussione. Lei prima donna protagonista nel mondo del calcio, che fino al suo ingresso era tutto al maschile, è poi passata al cinema, alla conduzione televisiva, e negli ultimi tempi ad opinionista tv. Risulta in quest'ultima veste donna acuta, intelligente, con delle sue idee che porta avanti con tenacia. Il libro poi l'ho trovato autentico e genuino, non il solito lavoro editoriale di un personaggio famoso e del resto in questa mia opinione ho trovato conforto nelle recensioni della critica specializzata". int. di Mena Grimaldi (10.11.12)


14. Il Cucchiaino d'argento in edicola con ricette per i più piccoli

  • Duration: 161
  • Channel: news
Il Cucchiaino d'argento in edicola con ricette per i più piccoli

Milano, (askanews) - Accontentare i bambini a tavola è una sfida quotidiana, soprattutto se per loro si vuole un'alimentazione sana e completa. Di fronte ai capricci di piccoli riottosi, molto più facile farli crescere a pizzette e patatine. Ora, però, in aiuto delle mamme, e anche dei papà ai fornelli, arriva una rivista pensata e realizzata per i palati dei bambini. Dal 14 marzo, infatti, è in edicola il Cucchiaino d'Argento, un trimestrale nato dall'esperienza nel settore dell'alimentazione infantile di Editoriale Domus. Giovanna Camozzi, direttore editoriale del Cucchiaio d Argento e ideatrice del nuovo magazine: "Noi 5-6 anni fa abbiamo lanciato un nuovo brand il Cucchiaino d'Argento con dei libri che sono stati un po' una scommessa ma che sono stati un successo, il primo ha venduto in pochi anni più di 50mila copie. Vedendo poi il desiderio delle mamme di capire cosa dare da mangiare ai propri piccoli in modo genuino abbiamo pensato di trasferire questa esperienza di grande successo in un giornale da edicola". Il Cucchiaino d'argento, disponibile nelle edicole ma anche nei supermercati, seguirà il ritmo delle stagioni nelle uscite promettendo di portare nel piatto quello che è sul mercato in quel periodo: "Ricette stagionali cucinate e pensate per piacere ai bambini ma anche per funzionare per tutta la famiglia e studiate per rispettare le nuove linee guida della corretta nutrizione. Oggigiorno le mamme sono abbastanza preoccupate e c'è grande dibattito su come scegliere i prodotti e secondo me sono mamme bisognose di una guida". 50 le ricette proposte in ogni numero, condite con consigli pratici e notizie dal mondo della nutrizione infantile, articolati in quattro sezioni di cui una specializzata nell'alimentazione degli under 12 mesi. E come tutte le riviste, chiaramente, il Cucchiaino d'argento avrà inserzioni anche di produttori industriali di alimenti per l'infanzia. Un dato che per Giovanna Camozzi non confligge con gli obiettivi dell'ultimo nato in casa Editoriale Domus: Noi non abbiamo paura del babyfood ma neanche le mamme dovrebbero averne perchè su questo babyfood si parla molto e si sa poco; i controlli sia in Italia che in tutta la Ue sono obbligatori per i cibi della prima infanzia sono rigorosissimi e sono quelli che per esempio garantiscono la completa mancanza di pesticidi". L'idea dietro questo magazine, per dirla con le parole dell'editore, Sofia Bordone, è quella di "mangiare qualcosa di corretto senza rinunciare al gusto. Perchè il cibo è, e deve essere, sempre una festa".


15. SAVERIO FERRARI A CERNUSCO SUL NAVIGLIO. 29 GIUGNO 2016 (2 of 2)

  • Duration: 2700
  • Channel: news
SAVERIO FERRARI A CERNUSCO SUL NAVIGLIO. 29 GIUGNO 2016 (2 of 2)

PARTE 2 DI 2 / PART 2 OF 2. OSSERVATORIO DEMOCRATICO SULLE NUOVE DESTRE. Mercoledì 29 giugno 2016, nell’ambito degli eventi della Festa regionale del PRC Lombardia, presso l’Area feste Villa Fiorita in via Miglioli a Cernusco sul Naviglio, provincia di Milano, presentazione del libro “12 aprile 1973. Il giovedì nero di Milano. Quando i fascisti uccisero l’agente Antonio Marino” di Saverio Ferrari, edizioni Redstarpress. Sono intervenuti Antonello Patta (Segretario regionale del PRC), Saverio Ferrari (Osservatorio Democratico sulle Nuove Destre), Franco Salamini (ANPI Adda Martesana) e Gennaro Gatto (Ossevatorio Novarese sulle Nuove Destre). Il 12 aprile 1973 il Movimento Sociale Italiano e il Fronte della Gioventù organizzarono a Milano una manifestazione contro la "violenza rossa". A tenere il comizio fu chiamato l'On. Ciccio Franco, il leader e l'emblema della rivolta di Reggio Calabria. Dopo la tentata strage sul treno Torino-Roma del 7 aprile precedente, la manifestazione venne vietata. Si radunarono comunque nel centro di Milano centinaia di militanti dell’MSI e delle principali organizzazioni della destra extraparlamentare, tra loro i famigerati "sanbabilini", che si scontrarono violentemente per ore nel centro cittadino con le forze dell’ordine. Nel corso degli incidenti furono incendiate automobili, assaltati luoghi di ritrovo della sinistra, sparati colpi di pistola e lanciate bombe a mano. Una di queste colpì al petto l’agente di polizia Antonio Marino che rimase ucciso all’istante. Quel 12 aprile 1973 fu ribattezzato come il “Giovedì nero” di Milano. I responsabili dell’uccisione dell’agente furono arrestati e condannati, mentre gli organizzatori della manifestazione furono incredibilmente assolti (…). Ripercorrendo gli atti giudiziari e le cronache del tempo, il libro corredato da diverse fotografie inedite ricostruisce quella giornata, ma anche la realtà del neofascismo milanese di quegli anni con la sua connotazione di sistematica violenza, l’intreccio con la criminalità comune e gli ambienti del terrorismo nero: protagonista di primo piano della strategia della tensione in Italia. Saverio Ferrari é nato e vive a Milano. Nel 2006 per Nuova Iniziativa Editoriale ha dato alle stampe, in allegato con “l’Unità”, “Da Salò ad Arcore. La mappa della destra eversiva” e “Le stragi di Stato. Piccola enciclopedia del terrorismo nero. Da piazza Fontana alla stazione di Bologna”. Con la Biblioteca Franco Serantini ha pubblicato nel 2009 “Le nuove camicie brune. Il neofascismo oggi in Italia”, nel 2011 “Fascisti a Milano. Da Ordine nuovo a Cuore nero” e nel 2013 “I denti del drago. Storia dell’Internazionale Nera tra mito e realtà”. http://www.osservatorionuovedestre.org/ http://www.redstarpress.it/index.php/catalogo/product/view/2/53 http://www.rifondazionelombardia.it/


16. Digital Magics, nuovi investitori per la start up Foodscovery

  • Duration: 111
  • Channel: news
Digital Magics, nuovi investitori per la start up Foodscovery

Roma,(askanews) - Una piattaforma web e mobile per conoscere e acquistare i prodotti icona della gastronomia italiana direttamente dai laboratori e produttori artigianali del territorio come panifici, pasticcerie, macellerie, caseifici. E' Foodscovery, start up sviluppata dall'incubatore Digital Magics, quotato su AIM Italia di Borsa Italiana e chiamato ad un ruolo di regista nell'aumento di capitale che segna il consolidamento dell'innovativa piattaforma sul mercato italiano, con il lancio di una nuova versione del sito che amplia il numero di produttori eccellenti italiani presenti su tutto il territorio nazionale. Previsto anche il rafforzamento del team e lo sbarco sul mercato Uk. Si passa anche ad uno sviluppo in termini editoriali, dove i produttori stessi diventano storie. Il senso lo spiega Cinzia Monteverdi, amministratore delegato di Editoriale il Fatto, che entra nel capitale della startup: "Avere oggi un progetto dove c'è un discorso di qualità sicuramente editoriale legate alle storie che andremo a raccontare, interessanti e spesso sconosciute, ma anche qualità nel fare i prodotti". Un'eccellenza italiana di territorio, quella food and wine raccolta da Foodscovery e raccontata dal Fatto, riconosciuta sì ma spesso ancora lontana dai grandi mercati. Grazie all'incubazione in Digital Magics dall'idea si è però passati al progetto vincente, finito ed avviato, anche all'estero. Layla Pavone, amministratore delegato di Digital Magics per l Industry Innovation: "Digital Magics si è proprio focalizzata su quello che è il made in Italy e le start up selezionate che vengono aiutate a crescere dall'idea alla prima fattura lavorano su progetti, prodotti e servizi che sono molto spesso frutto dell'italianità".


17. Marco Travaglio Un turista inglese va in Italia e... - puntata 13 - Servizio Pubblico

  • Duration: 717
  • Channel: news
Marco Travaglio Un turista inglese va in Italia e... - puntata 13 - Servizio Pubblico

Marco Travaglio e il suo editoriale. Immaginiamo un turista inglese che visita l'Italia. Arriva a Fiumicino e, leggendo i giornali, scopre che c'è un partito chiamato "Margherita" che ogni tanto si fa vivo per prendersi dei soldi e che il Parlamento italiano è il rifugio ideale per i ladri. In una Roma innevata incontra il curioso sindaco della capitale travestito da Pisolo - con tanto di cappello di lana. E inoltre: il mito del posto fisso (che è solo per i figli ed i parenti dei ministri), i processi infiniti a Berlusconi... Tutte le contraddizioni del nostro Paese viste con gli occhi di chi ci guarda da fuori.


18. SAVERIO FERRARI A CERNUSCO SUL NAVIGLIO. 29 GIUGNO 2016 (1 of 2)

  • Duration: 2425
  • Channel: news
SAVERIO FERRARI A CERNUSCO SUL NAVIGLIO. 29 GIUGNO 2016 (1 of 2)

PARTE 1 DI 2 / PART 1 OF 2. OSSERVATORIO DEMOCRATICO SULLE NUOVE DESTRE. Mercoledì 29 giugno 2016, nell’ambito degli eventi della Festa regionale del PRC Lombardia, presso l’Area feste Villa Fiorita in via Miglioli a Cernusco sul Naviglio, provincia di Milano, presentazione del libro “12 aprile 1973. Il giovedì nero di Milano. Quando i fascisti uccisero l’agente Antonio Marino” di Saverio Ferrari, edizioni Redstarpress. Sono intervenuti Antonello Patta (Segretario regionale del PRC), Saverio Ferrari (Osservatorio Democratico sulle Nuove Destre), Franco Salamini (ANPI Adda Martesana) e Gennaro Gatto (Ossevatorio Novarese sulle Nuove Destre). Il 12 aprile 1973 il Movimento Sociale Italiano e il Fronte della Gioventù organizzarono a Milano una manifestazione contro la "violenza rossa". A tenere il comizio fu chiamato l'On. Ciccio Franco, il leader e l'emblema della rivolta di Reggio Calabria. Dopo la tentata strage sul treno Torino-Roma del 7 aprile precedente, la manifestazione venne vietata. Si radunarono comunque nel centro di Milano centinaia di militanti dell’MSI e delle principali organizzazioni della destra extraparlamentare, tra loro i famigerati "sanbabilini", che si scontrarono violentemente per ore nel centro cittadino con le forze dell’ordine. Nel corso degli incidenti furono incendiate automobili, assaltati luoghi di ritrovo della sinistra, sparati colpi di pistola e lanciate bombe a mano. Una di queste colpì al petto l’agente di polizia Antonio Marino che rimase ucciso all’istante. Quel 12 aprile 1973 fu ribattezzato come il “Giovedì nero” di Milano. I responsabili dell’uccisione dell’agente furono arrestati e condannati, mentre gli organizzatori della manifestazione furono incredibilmente assolti (…). Ripercorrendo gli atti giudiziari e le cronache del tempo, il libro corredato da diverse fotografie inedite ricostruisce quella giornata, ma anche la realtà del neofascismo milanese di quegli anni con la sua connotazione di sistematica violenza, l’intreccio con la criminalità comune e gli ambienti del terrorismo nero: protagonista di primo piano della strategia della tensione in Italia. Saverio Ferrari é nato e vive a Milano. Nel 2006 per Nuova Iniziativa Editoriale ha dato alle stampe, in allegato con “l’Unità”, “Da Salò ad Arcore. La mappa della destra eversiva” e “Le stragi di Stato. Piccola enciclopedia del terrorismo nero. Da piazza Fontana alla stazione di Bologna”. Con la Biblioteca Franco Serantini ha pubblicato nel 2009 “Le nuove camicie brune. Il neofascismo oggi in Italia”, nel 2011 “Fascisti a Milano. Da Ordine nuovo a Cuore nero” e nel 2013 “I denti del drago. Storia dell’Internazionale Nera tra mito e realtà”. http://www.osservatorionuovedestre.org/ http://www.redstarpress.it/index.php/catalogo/product/view/2/53 http://www.rifondazionelombardia.it/


19. Stampa Usa: il futuro dell'economia mondiale dipende dall'Italia. Washington Post: tutto è nelle mani di Mario Monti

  • Duration: 39
  • Channel: news
Stampa Usa: il futuro dell'economia mondiale dipende dall'Italia. Washington Post: tutto è nelle mani di Mario Monti

Roma (TMNews) - Il momento economico per l'Italia è molto difficile, così come lo è il compito del presidente del Consiglio Mario Monti, chiamato a gestire una fase delicatissima. A rendere ancora più complesso il compito, almeno da un punto di vista della pressione, arriva un editoriale del Washington Post che sostiene che il futuro dell'economia mondiale dipenderà dalla capacità dell'Europa di risolvere la sua crisi del debito e probabilmente non riuscirà a farlo fino a quando l'Italia non rimetterà in ordine i suoi conti. "Per questo - aggiunge il quotidiano americano - tutti dovrebbero fare il tifo per il nuovo presidente del Consiglio Mario Monti". Il tempo, ammonisce però il Washington Post, per l'Italia sta finendo e Monti - tifo a parte - dovrà fare anche in fretta.


20. Padre Pio Da Pietrelcina & Karol Wojtyla WWW.GOODNEWS.WS

  • Duration: 522
  • Channel: lifestyle
Padre Pio Da Pietrelcina & Karol Wojtyla WWW.GOODNEWS.WS

http://burratapugliese.blogone.biz/ Padre Pio e Karol Wojtyla Nel 1962, durante i lavori del Concilio Vaticano II, Karol Wojtyla scrisse il 17 novembre, una lettera a Padre Pio chiedendogli di intercedere per la guarigione di una donna polacca, Wanda Poltawska, un'amica di lunga data di Wojtyla, madre di quattro figli, gravemente malata per un cancro all'addome. Il futuro papa, allora vescovo di Cracovia, non esitò a scrivere al frate di Pietrelcina, che ammise con tono profetico: «A questo non si può dire di no». La donna guarì miracolosamente e Wojtyla gli inviò una commovente lettera di ringraziamento, soltanto 11 giorni dopo, il 28 novembre . Da allora uno stretto legame tenne saldamente legati il frate stimmatizzato e il pontefice polacco, un rapporto nel quale si combinarono stima, amicizia, elementi miracolosi e profetici. Una vicenda poco nota venuta a galla anche grazie al processo di canonizzazione di Giovani Paolo II e destinata a gettare una luce speciale sulle vicende del mondo e dell'umanità. La dottoressa Wanda Poltawska è autrice di un testo intitolato: Diario di un'amicizia, recentemente pubblicato in Italia dopo il grande successo editoriale ottenuto in Polonia, nel quale sono registrati il profondo rapporto spirituale e la grande sintonia pastorale con il servo di Dio, Karol Wojtyla. La dott.ssa Poltawska, classe 1921, ha conosciuto il futuro Giovanni Paolo II nella seconda metà degli anni Quaranta, dopo aver fatto la drammatica esperienza del campo di concentramento a Ravensbruck, divenendo anche cavia umana per esperimenti scientifici. Tra don Karol, all'epoca cappellano dei medici e degli studenti di Medicina, Wanda e suo marito Anrzej si instaurò un legame familiare, che si estese anche alle quattro figlie della coppia. Con Andrzej, filosofo, il sacerdote stabilì un'intesa intellettuale. Wanda, medico e psichiatra, divenne invece il pilastro centrale dell'Istituto di Teologia della Famiglia di Cracovia.Quando Wojtyla, già divenuto vescovo, nel 1962 partì per il Concilio Vaticano II la dottoressa, già madre di quattro bambine, non stava bene. Ma solo a Roma il Vescovo capitolare di Cracovia (svolgeva le funzioni di arcivescovo dopo la morte di mons. Eugeniusz Baziak, prima di essere nominato ufficialmente suo successore) fu raggiunto dalla notizia della drammatica diagnosi: cancro. Incoraggiò Wanda a sottoporsi a un intervento che si preannunciava con esiti invalidanti, ma contemporaneamente scrisse una lettera a Padre Pio, chiedendogli le sue preghiere «perché Dio, per l'intercessione della Santissima Vergine, manifesti la sua misericordia a lei stessa e alla sua famiglia». Undici giorni dopo mons. Wojtyla scrisse un'altra lettera, questa volta di ringraziamento, perché l'ultimo esame, a cui fu sottoposta la donna prima dell'intervento, rivelò che erano scomparsi sia il dolore che il tumore. Nel 1967 Wanda ebbe per la prima volta il visto per lasciare la Polonia. Doveva sottoporsi a un intervento chirurgico negli Stati Uniti, a Honolulu, dove c'era un neurochirurgo specializzato nelle patologie della colonna vertebrale. Durante il viaggio di ritorno, meditando il consiglio dell'amico ormai già arcivescovo e prossimo alla porpora cardinalizia, sentì «come un impulso imperioso», inspiegabile con la ragione: «Voglio incontrare Padre Pio». La ferita dell'intervento aveva fatto infezione, il dolore era tornato acuto, come prima dell'operazione. Nelle sue preghiere il nome di quel Frate riaffiorò alla mente. Wanda chiese la sua intercessione, con una convinzione: «Se allora la sua preghiera è stata efficace, lo sarà ora». La motivazione del desiderio di conoscere il Cappuccino stigmatizzato divenne più chiara: voleva incontrare quel Frate «che cammina con i piedi trafitti e muove le mani doloranti» per capire «che è nel potere dell'uomo accettare il dolore e il martirio».La dottoressa polacca arrivò a San Giovanni Rotondo la sera dell11 maggio 1967. La mattina seguente, dopo aver partecipato alla Messa di Padre Pio, lo attendeva in un corridoio insieme a tante altre persone. Il Cappuccino arrivò, guardò direttamente verso di lei, le si avvicinò, le pose «una mano dopo l'altra sulla testa» e le disse: «Va bene?».In quel momento Wanda ebbe una certezza: Era stato proprio Padre Pio, con le sue preghiere, a salvarla dal cancro cinque anni prima. E, dopo quel viaggio, maturò in lei la «pace» e «la pazienza nel sopportare tutto, anche il dolore fisico».Attualmente la dott.ssa Poltawska è componente del Pontificio Consiglio per la Famiglia (con il marito Andzej Poltawski), del Pontificio Consiglio per gli Operatori Sanitari e della Pontificia Accademia per la Vita. Padre Pio Da Pietrelcina & Karol Wojtyla WWW.GOODNEWS.WS http://goodnews.ws/